CAPPERI SOTTO SALE

CAPPERI SOTTO SALE

7,50

Capperi sotto Sale – Il Cappero Selargino-   Vaschetta da100 gr

3 disponibili

Compara

Share this product

Descrizione

 CAPPERI SOTTO SALE

MATERIA PRIMA Capperi di Selargius conservati con sale marino sardo ASPETTO Di forma rotonda, rispetto agli élite presentano un calibro superiore e una superficie più frastagliata; alcuni presentano la punta rosata

SAPORE Dolce, leggermente più sapido e più vegetale

PRODUTTORE Il Cappero Selargino – Selargius (CA)

SELEZIONATO PERCHÈ La resa in cucina di questi capperi è decisamente superiore rispetto a un cappero comune: avendo un corpo molto leggero, a parità di peso in un vasetto si hanno molti più capperi

CURIOSITÀ Il cappero è un concentrato di profumi e sapori, inconfondibile nel gusto e nella consistenza. I capperi sono i boccioli della pianta e non sono da confondere con i frutti, noti come cucunci

SUGGERIMENTI DI UTILIZZO Perfetto per preparazioni al forno e ripieni; delizioso sulla pizza

Tra storia e tradizione

Di probabile origine tropicale, il cappero è presente nelle regioni mediterranee da tempo immemorabile ed utilizzato con finalità medicinali ed alimentari. Le prime notizie storiche si apprendono dalla letteratura greca e ancor prima dalla Bibbia. Arìstotele e Dioscoride ne ricordano l’attitudine medicinale e cosmetica, mentre Plinio il Vecchio li distingueva secondo la terra d’origine, sosteneva che quelli africani arrecavano danni alle gengive mentre quelli Pugliesi scioglievano l’intestino. Per quanto riguarda le prime notizie agronomiche bisogna risalire al periodo classico in cui si apprendono i primi metodi di coltivazione. Venivano fatte delle fosse, ricoperte di pietre, per far sì che le radici s’insinuassero tra loro.

Alimentare

Gli utilizzi in campo alimentare sono molteplici, dalla preparazione di primi piatti, alle carni. Inoltre i nostri prodotti come la pasta di capperi e il paté di capperi sono ideali per la prarazione di crostini e stuzzichini.

Proprietà medicinali

Tra i diversi principi attivi presenti nelle diverse parti della pianta vi sono:quercitina e rutina (flavanoidi ad azionane vitamina p simile) glucocapparina le pectine (azione idratante) vitamine e fitormoni

Si utilizzano le radici, la corteccia, le foglie, i fiori, i capperi, ifrutti e i rami; La radice dei capperi appartiene al gruppo delle 5 radici aperitive. Il decotto disinfetta le vie urinarie, favorisce l’eliminazione delle renella. La poltiglia di rametti freschi è usata come unguento contro le emorroidi e le vene varicose, stimola le funzioni epatiche. Attualmente sono in commercio dei preparati a base di capperi consigliati come antiallergenici. Si pensa che la prossima utilizzazione sia per la preparazione di creme, gel, shampoo e come pianta ornamentale.

Il Cappero Selargino consiglia di utilizzare il cappero solo come pianta aromatica e ornamentale, ogni altro uso deve essere suggerito da medici o erboristi.

Brand

Il Cappero Selargino

Il Cappero Selargino - Il cappero di Sardegna

Un solo produttore

A Selargius, nell'entroterra cagliaritano, il cappero era una coltivazione importante e dal pregio riconosciuto e simile al famoso cappero di Pantelleria. Il una zona dedita all'agricoltura, il terreno si presenta particolarmente adatto al prosperare di questa specie, dai frutti piccoli, gustosi ma delicati. Questa varietà di cappero, unica in Sardegna, era quasi scomparsa ed è stata ripresa da Marco Maxia, che ha ripreso la tradizione e le coltivazioni ed è, ad oggi, l'unico produttore del pregiato cappero selargino.

Sull'Arca del Gusto di Slow Food

L'Arca del Gusto di Slow Food seleziona nel mondo i prodotti appartenenti alla storia e alle culture dei vari popoli, cercando di tutelare e dare continuità alle tradizioni locali, poiché il cibo è storia e cultura. Proprio per diffonderne l'esistenza e favorirne la diffusione, Slow Food ha deciso di inserire il cappero selargino nell'Arca del Gusto; si tratta, infatti, di un prodotto appartenente alla storia del territorio sardo, inizialmente coltivato e utilizzato per la cura delle varici, e poi diffuso in gastronomia a partire da metà Ottocento.

Il cappero Selargino

Il cappero è una pianta di probabile origine tropicale, diffuso già da migliaia di anni nel Mediterraneo e noto per le sue proprietà medicinali fin dai tempi dell'Antica Grecia. A partire da metà Ottocento, comincia a diffondersi l'utilizzo dei boccioli in gastronomia, per insaporire i piatti con il loro gusto aromatico e la consistenza croccante. Il cappero è una pianta perenne, che cresce bene in zone aride e rocciose, e si alimenta con l'umidità dell'aria. I fiori sono delicati, bianco rosati e bellissimi in contrasto con il verde intenso delle foglie.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “CAPPERI SOTTO SALE”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[]